La felicità è una vita frugale

Quando ero bambina la mia famiglia era molto povera, come tante famiglie degli anni ‘50. mia madre mi raccontava che nei primi mesi di vita avevo vissuto in un cassetto del comò, perché si viveva in una piccola stanza e spazio e soldi non ce n’erano…

L’idea di frugalità, in quegli anni, non era presa in considerazione. In fin dei conti, quando le risorse sono scarse, la frugalità non è una scelta.

Poi sono arrivati gli anni ‘60, ’70, ‘80 … Molta ricchezza, un aumento distintivo della qualità della vita. Ma non vi è stato un aumento proporzionale della felicità delle persone. La cultura sociale ci ha spinto, anche attraverso campagne di marketing e comunicazione, a provare desideri continui verso il superfluo, a scapito della nostra felicità. Infatti, quando c’è sempre qualcosa di nuovo da desiderare, come è possibile essere felici?

E tu, di quante cose superflue ti circondi? Di quante cose hai veramente bisogno?

L’allenamento alla frugalità ci permette di diminuire il nostro attaccamento emotivo alle cose, ci permette di essere e sentirci liberi.

Parleremo ancora spesso di questo argomento che riguarda salute fisica e mentale e nelle prossime settimane manderò ai membri della nostra tribù del cambiamento un regalo utile per fare chiarezza e partire, in questo 2020, con un passo diverso nei confronti della vita.

Se interessa anche a te, iscriviti alla mia newsletter (trovi il modulo proprio qui sotto oppure qui) o mandami un messaggio alla mia mail kira@kirastellato.com
Condividi questo podcast attraverso i social e, mi raccomando, oggi, cerca, semplicemente, di essere felice!

Se questo podcast ti è piaciuto, condividilo con gli amici!

 

Non ricevi ancora la mia Newsletter settimanale?

Grazie Kira! Desidero ricevere la tua Newsletter.

Per ringraziarti, riceverai subito in omaggio:

 

"Neuroscienze del Cambiamento: I primi 5 passi"

Potrai così accedere liberamente a contenuti esclusivi e professionali, oltre all'accesso privilegiato ai nostri corsi e incontri periodici.