Il cibo è gratificazione, socialità, piacere sensoriale. Ma le nostre papille gustative sono anestetizzate, il nostro secondo cervello, l’intestino, non riesce più a rilasciare quei neurotrasmettitori come la serotonina che ci fanno provare felicità.
Non mangiamo più per sopravvivere biologicamente, ma per sopravvivere emotivamente.
E’ questo il peso delle emozioni.

Se questo podcast ti è piaciuto, condividilo con gli amici!
Farai un regalo a loro e a noi.

 

Per ringraziarti, riceverai subito in omaggio:

 

"Neuroscienze del Cambiamento: I primi 5 passi"

Potrai così accedere liberamente a contenuti esclusivi e professionali, oltre all'accesso privilegiato ai nostri corsi e incontri periodici.